L’arte contemporanea come responsabilità civica